L’indice AGEM ha continuato la sua tendenza al rialzo da ottobre 2020 e ha raggiunto un nuovo massimo nell’ultimo periodo. L’indice è aumentato di 25,50 punti a 1.005,20 punti nel giugno 2021, un aumento del 2,6% rispetto a maggio 2021. Un anno fa, l’indice AGEM misurava 407.31 punti. Da quel periodo di riferimento, l’indice è cresciuto di 597,89 punti (+146,8 per cento).

Nell’ultimo mese, sette delle 13 società dell’Indice AGEM hanno riportato aumenti del prezzo delle azioni. La crescita dell’indice AGEM nel giugno 2021 è dovuta in gran parte a un aumento dell’11,3% del prezzo delle azioni di Inspired Entertainment, Inc. (Nasdaq: INSE). Il titolo è stato responsabile di 13,8 punti della crescita mensile dell’indice AGEM. Un altro contributo significativo all’indice è stato Scientific Games Corporation (Nasdaq: SGMS), che ha aggiunto 9,6 punti a causa di un aumento del 6,8% del prezzo delle sue azioni. La maggior parte delle azioni dell’indice AGEM ha registrato tassi di crescita a tre cifre nell’ultimo anno, con Scientific Games Corporation in testa con un miglioramento del 400,9 percento del prezzo delle sue azioni da giugno 2020.

I principali indici azionari hanno registrato performance contrastanti. Il NASDAQ e l’S&P 500 sono cresciuti rispettivamente del 5,5 percento e del 2,2 percento. Nel frattempo, il Dow Jones Industrial Average ha registrato un calo dello 0,1 percento.

Indice AGEM

L’Associazione dei produttori di apparecchiature da gioco (AGEM) produce l’indice mensile AGEM che comprende le quotazioni di 13 fornitori globali di giochi in tutto il mondo. Un totale di nove fornitori ha sede negli Stati Uniti e sono quotati al mercato NYSE, Nasdaq o OTC, mentre due sono negoziati sulla borsa australiana, uno sulla borsa di Tokyo e un altro sulla borsa OTC di Taiwan. L’indice è calcolato in base al prezzo delle azioni di fine mese (corretto per dividendi e frazionamenti) di ciascuna società e ponderato in base all’approssimazione della capitalizzazione di mercato. Le capitalizzazioni di mercato per i produttori che negoziano su valute estere sono state convertite in equivalenti in dollari USA a fine mese a fini di comparabilità. L’indice AGEM si basa su un valore di 100 punti a gennaio 2005.