Print Friendly

(Jamma) “In termini operativi non cambierà nulla per il cliente che negli anni ha scelto il nostro marchio in quanto garanzia di sicurezza e affidabilità”. Così Giovanni Bendistinto, amministratore delegato di NMi Italia S.r.l. commenta la notizia circa l’acquisizione di NMI Gaming da parte del Gruppo GLI anticipata su Jamma.it.

 

NMi Gaming ha sedi nel Regno Unito, Paesi Bassi, Italia, Spagna e Canada e secondo i termini dell’operazione continuerà ad operare con il marchio NMi gaming per il prossimo futuro.
“Negli anni la nostra struttura ha consolidato la sua presenza nel mercato delle certificazioni dei sistemi di gioco, continueremo ad operare offrendo le stesse garanzie e gli stessi servizi. Di fatto per la clientela italiana non ci saranno cambiamenti” spiega Bendistinto.

Per Andrew Rosewarne di NMI Gaming l’operazione “ è un’ottima opportunità per gli stessi clienti, in quanto questo ci permette di sfruttare la presenza di GLI in tutto il mondo pur mantenendo il dinamismo delle nostre operazioni indipendenti.”
Richard Edwards, NMI Gaming, aggiunge che “l’impareggiabile competenza giurisdizionale di GLI, associata alla tecnologica, la mentalità problem-solving mentalità del nostro team promettono di rendere questo un nuovo capitolo nel continuo sviluppo del business.”
NMi Gaming è stata fondata dopo la privatizzazione del Dutch Legal Metrology Service
nel 1989, e la sua divisione di gioco è sostanzialmente cresciuta in dimensioni e importanza dal momento che ha avviato l’espansione internazionale nel 2010. Negli ultimi anni, NMi Gaming è diventata una realtà importante nel settore dell’iGaming, certificazione terrestri e revisione contabile, pur mantenendo la sua forte presenza nei principali mercati europei.

Commenta su Facebook