Print Friendly, PDF & Email

Cattive notizie per l’industria del gioco d’azzardo belga: la Corte Costituzionale sancisce l’incostituzionalità delle norma che consente ad un operatore di gioco d’azzardo online di offrire giochi da casinò e scommesse e altri tipi di gioco attraverso un solo sito.

Due sentenze pronunciate Giovedi dalla Corte costituzionale stabiliscono infatti che è vietato avere più licenze aggiuntive per diversi tipi di giochi tramite un unico nome a dominio e gli URL associati.

Allo stesso modo, in una sentenza separata, in risposta a una rochiesta di pronuncia del Conseil d’Etat, stabilisce che il principio di uguaglianza vieta questa possibilità anche quando il responsabile è un unico soggetto, titolare delle diverse licenze. Ciò significa la Commissione per il Gambling, ovvero l’organismo di regolazione nazionale, dovrà rivedere tutte le licenze rilasciate.

In termini concreti, la Commissione non potrà più rilasciare diverse licenze aggiuntive per classi separate (casinò virtuale, sala giochi virtuale, scommesse online, ecc.) ma ad uno stesso nome di dominio. Dovrebbe essere noto che attualmente molti operatori di giochi diversi si sono uniti raccogliendo le loro offerte sullo stesso nome di dominio.

Queste sentenze completano una pronuncia della primavera scorsa del Conseil d’Etat.

Tutte questa azioni legali sono state mosse da un unico operatore, che gestisce una sala da gioco terrestre e detiene anche una licenza per gioco online. L’operatore riteneva di subire una concorrenza sleale a causa di queste concentrazioni di giochi su nomi a dominio univoci.

 

Commenta su Facebook