Secondo i numeri diffusi da Ficom Leisure per la rivista iGB , gli operatori autorizzati in Italia hanno raggiunto 359 milioni di euro in GGR, Gross gaming revenue , a dicembre 2020 .

A luglio 2020, l’iGaming regolamentato aveva raggiunto un record in quel momento raggiungendo 196,4 milioni di euro . Tuttavia, ad agosto la raccolta è crollata a 179,6 milioni di euro. Successivamente, a settembre GGR è leggermente aumentato a 184,0 milioni di euro. Poi, a ottobre, è salito alle stelle a 242,42 milioni di euro.

A novembre gli operatori in Italia sono riusciti a raccogliere 258,9 milioni di euro. Confrontando novembre 2020 con dicembre 2020, osserviamo un aumento significativo del 38,7%  Inoltre, un confronto anno su anno tra dicembre 2019 e dicembre 2020 segna un notevole aumento dell’86% del GGR totale raccolto dagli operatori autorizzati .

A dicembre 2020, le scommesse sportive online hanno raccolto 177,1 milioni di euro . Questo vuol dire un aumento del 59,5% dei ricavi dai 111,06 milioni di euro a novembre.

I casinò online e i giochi di slot hanno raccolto 153,8 milioni di euro a dicembre 2020. Quindi un ulteriore aumento del 24% dai 123,59 milioni di euro a novembre 2020. Inoltre, circa 12,2 milioni di euro in GGR sono stati raccolti da tornei di poker online .

Concentrandosi sulla quota di mercato dei casinò online per dicembre 2020 basata su GGR, vediamo che PokerStars è arrivato al primo posto con l’11,46% . Sisal si è classificata al secondo posto con il 9,06% della quota di mercato dei casinò online, mentre Lottomatica ha raggiunto il 7,93% a dicembre 2020.

Guardando i primi 3 operatori di scommesse sportive online e al dettaglio basati su GGR, vediamo che Goldbet ha ottenuto ottimi risultati a dicembre 2020 raggiungendo il 12,7% della quota di mercato . D’altra parte, Sisal ha raggiunto il 12,4% della quota di mercato, mentre Snai è al terzo posto  con il 11,7% della quota di mercato.