Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Peter Hannibal, amministratore delegato del Gambling Business Group, l’organismo strategico i cui membri portano quasi il 70% del rendimento lordo del settore del gioco, crede che l’industria abbia un’occasione d’oro per presentare solidi dati empirici in merito alla richiesta di prove da parte del Sottosegretario, Tracey Crouch.

In una dichiarazione rilasciata ai media, Peter Hannibal ha detto: “Mentre la revisione triennale è ridicolmente in ritardo, non ci può essere alcun dubbio che la sua assenza abbia gravemente danneggiato la salute del settore, credo che questo (la richiesta di prove) sia un’opportunità per riunire tutte le iniziative positive di responsabilità sociale che sono state intraprese da parte della nostra industria. E’ giusto dire che la stragrande maggioranza delle organizzazioni coinvolte nel settore del gioco d’azzardo tiene conto della responsabilità sociale con energia ed impegno e vedono tutto questo come una parte fondamentale e non negoziabile del proprio business. Il nostro compito è quello di dimostrare questo impegno”.

Passando la sua attenzione al tono delle dichiarazioni del sottosegretario, Peter Hannibal ha spiegato: “Tracey Crouch fa riferimento all’importanza di raggiungere un equilibrio tra la tutela dei consumatori e la creazione di un settore che possa anche crescere. Ha confermato che il governo sostiene un’industria del gioco sano che genera investimenti e occupazione e penso che sia un cambiamento importante nella realtà che tutti noi abbiamo lavorato duramente per raggiungere. Il gioco d’azzardo non deve essere percepito come un settore emarginato, ma come parte del più vasto settore dell’intrattenimento e del tempo libero, che contribuisce in modo significativo all’economia nazionale. Questa revisione triennale è molto importante e il Gambling Business Group farà di tutto per sostenere le attività delle varie associazioni di categoria. E’ essenziale che venga presentata l’immagine migliore possibile per una progressiva, responsabile e amichevole trasformazione del business nel settore del gioco d’azzardo”.

Commenta su Facebook