Primo maggio al galoppo all’Ippodromo Capannelle, un appuntamento storico che evoca fervidi ricordi ma che attualmente evidenzia una ferita aperta per tutto il mondo dell’ippica, come testimoniato da Elio Pautasso, Presidente di Federippodromi e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle: «Il primo maggio per noi è sempre stato un momento tradizionale. Sono tanti i filmati d’epoca dell’Istituto Luce che immortalano la classica scampagnata fuori porta con tanto di picnic sui prati di Capannelle, che tante famiglie si concedevano entusiasmandosi con le corse dei cavalli. Quest’anno purtroppo non sarà possibile perché le porte dell’ippodromo sono ancora serrate, malgrado il nostro sia un parco pubblico e tutti i parchi pubblici siano invece aperti. È questo il nostro più grande rammarico: si legge che agli Internazionali di tennis sarà ammessi spettatori, che la finale di Coppa Italia di calcio sarà in presenza di una parte dei tifosi, mentre gli ippodromi continuano a restare chiusi. Noi naturalmente confidiamo nella recente dichiarazione del Sottogretario Battistoni che ci ha rassicurato su una imminente riapertura. Stiamo proponendo un protocollo per gestire le attività in sicurezza e contiamo molto sull’aiuto del MIPAAF per poter riaprire gli ippodromi già nei prossimi giorni, con l’accettazione delle scommesse attive, e ricominciare in tal modo a regalare ai tanti appassionati di ippica lo spettacolo delle nostre corse». E’ quanto si legge su cavallo2000.it.