Sono nove le bandiere di paesi esteri rappresentate nella prima edizione della Milano San Siro Jumping Cup. Per l’edizione inaugurale del concorso meneghino da fuori confine hanno infatti confermato la presenza in campo cavalieri e amazzoni di Argentina, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Principato di Monaco, Russia e Svizzera.

Quest’ultima è la nazione che si presenta con il biglietto da visita molto interessante con Clarissa Crotta, Werner Muff – entrambi ai Giochi Olimpici 2012 di Londra (come titolare lui e riserva lei) e Niklaus Rutschi, cavaliere che nella stagione 2019 – l’ultima se si considera lo stop per la pandemia dello scorso anno – è stato punto di riferimento del team rosso-crociato sia negli Europei di Rotterdam che nella finale della Longines Nations Cup di Barcellona.

Anche la Germania può fare affidamento su un cavaliere che non ha bisogno di presentazioni: Toni Hassmann, che tra i suoi successi vanta, oltre che tre affermazioni nel prestigioso Derby di Amburgo, la vittoria in una delle prime tappe della FEI World Cup di Fieracavalli Verona (2004).

La decima bandiera della rosa di Milano San Siro Jumping Cup 2021 è ovviamente quella dell’Italia. Tra le iscrizioni arrivate si mette in bella evidenza la crema dei cavalieri che maggiormente hanno avuto un ruolo nella storia dell’equitazione italiana nel trentennio 1990/2010. Un vero proprio poker di assi, ancora saldamente ai vertici delle classifiche: Roberto Arioldi, Arnaldo Bologni, Gianni Govoni e Filippo Moyersoen.

In rappresentanza della prima squadra azzurra del momento, e in campo a Milano in modalità ‘avvicinamento’ ai Campionati d’Europa di Reisenbeck (fine agosto), ci saranno Luca Marziani, riconfermatosi campione italiano nell’anno in corso e componente del team Italia nella Coppa dello CSIO di Roma- Piazza di Siena, e Paolo Paini. Quest’ultimo, dopo aver partecipato anche lui all’ultima edizione al concorso romano, ha fatto recentemente parte della squadra vincitrice la Coppa delle Nazioni di Bulgaria (Bojourishte). In una prima panoramica sul team Italia in campo non si può non segnalare inoltre la presenza di Bruno Chimirri, il cavaliere che gli azzurri considerano ‘il capitano’, che questa volta avrà peraltro tra i suoi avversari anche la figlia Elisa, una delle più promettenti amazzoni italiane, solo da poche settimane maggiorenne.

“Portare il salto in un impianto che è il tempio del trotto e del galoppo in Italia è uno stupendo risultato”. Uliano Vezzani, lo chef de piste modenese che è nella rosa dei migliori professionisti del mondo, tecnicamente parlando, ha supportato fin dall’inizio il progetto della Milano San Siro Jumping Cup.

“Credo che questo concorso diventerà davvero importante nel panorama internazionale Su invito di Sara Riffeser, Show Director, sono andato a vedere l’impianto quando MJC era in fase progettuale e ho immediatamente capito che c’erano tutti i presupposti per una buona partenza. Le aspettative, a quanto vedo, sono state pienamente rispettate. San Siro è un luogo magico. Da qualche anno vedo nuovamente parecchi concorsi in erba e i cavalli saltare molto bene su questo tipo di fondo. È un altro sport che personalmente trovo bellissimo. Io non ci sarò perché il mio calendario quest’anno era già fissato ma so che Paolo Rossato, bravissimo direttore di campo, farà un ottimo lavoro. Il lockdown non è ancora superato. La settimana scorsa ero in Belgio e il concorso era a porte chiuse e il week end ancora prima a Stoccolma dove c’erano posti solo per 250 persone. Il pubblico ci manca e speriamo che si possa tornare presto alla normalità.”

Clicca QUI per la clip con l’intervista a Uliano Vezzani.

Consapevoli di quanto gli sport equestri offrano il meglio quando è possibile seguirli dal vivo, l’Ippodromo Snai San Siro sarà accessibile, previa prenotazione all’indirizzo mail prenotazione@milanojumpingcup.it. In osservanza della normativa vigente in materia di contrasto al Covid-19, non sarà tuttavia consentito l’accesso al pubblico in nessuna delle aree immediatamente adiacenti al campo gara della MJC.

1 – La manifestazione resta chiusa al pubblico ma l’Ippodromo Snai San Siro sarà aperto gratuitamente nelle giornate di venerdì, sabato e domenica con capienza massima di 1000 persone così come da protocollo per gli eventi sportivi.

2 – Non sarà consentito l’accesso alle aree adiacenti il campo gara della MJC ma sarà possibile assistere all’evento all’interno dell’Ippodromo Snai San Siro ‘a distanza’ e cioè: a) Prendendo posto sulla Tribuna Principale distante 120 metri in linea d’aria dal campo gara della MJC con capienza massima di 500 posti a sedere sui 1000 disponibili in osservanza delle limitazioni del protocollo Covid. Per avere un parametro sulla distanza tra tribuna e campo gara, si può prendere ad esempio un campo di calcio: la misura tra le due porte è nella forbice regolamentare tra un minimo di 90 metri e un massimo di 120 metri. Di fronte alla Tribuna Principale è collocato il maxischermo dell’Ippodromo che trasmetterà integralmente la Milano Jumping Cup. Dunque, accedere alle tribune consentirà di vivere l’atmosfera dello straordinario impianto di San Siro e godere dell’affresco tecnico-sportivo e delle gare della MJC attraverso il maxischermo; b) Nel caso di esaurimento dei 500 posti a sedere, sarà possibile accedere alle numerose aree dell’Ippodromo tradizionalmente utilizzate per seguire le corse a bordo pista; nel Parco Botanico (sul sito dell’Ippodromo Snai San Siro è possibile visionare le planimetrie) e nelle zone relax all’ombra degli alberi secolari.

3 – Per garantire ristoro, saranno aperti i servizi bar della Tribuna Principale e cioè il ‘Bar del Turf’ e la ‘Bouvette di Leonardo’.

4 – Per accedere all’Ippodromo e godere dalle sue storiche tribune dello spettacolo della MJC è obbligatoria la prenotazione gratuita dell’ingresso all’ippodromo scrivendo all’indirizzo mail prenotazione@milanojumpingcup.it.

Il team organizzatore della MJC – nell’osservanza delle restrizioni anti Covid-19 – ha cercato ogni via possibile per garantire lo spettacolo del Salto Ostacoli a chiunque ami il cavallo e gli sport equestri. In quest’ottica, è stato siglato un accordo con l’emittente satellitare Sky che sarà Official Broadcaster dell’evento e trasmetterà in diretta integrale la MJC sabato 10 luglio e domenica 11 luglio a partire dalle ore 17 fino al termine della giornata di gare. E non finisce qui: per tutti la visione completa delle tre giornate di gara della Milano Jumping Cup sarà garantita attraverso una copertura streaming completa sul sito ufficiale della MJC, www.milanojumpingcup.it.

“Per non perdere aggiornamenti, news e contenuti live La invitiamo a seguirci sui canali social Instagram e Facebook dell’evento @milanosansirojumpingcup. Ogni Sua interazione sarà per noi un momento di condivisione in nome della passione per il nostro amato sport. E Le risponderemo con grande gioia! Tutto questo in attesa di ospitarLa nuovamente nel Parco dell’Ippodromo Snai San Siro”.