Dal 24 al 26 giugno la Grande Equitazione internazionale sarà protagonista dell’estate milanese con la seconda edizione della ‘Milano San Siro Jumping Cup’. E c’è una sorpresa per chi ama lo sport: la spettacolare tre giorni di gare di Salto Ostacoli, – un Csi 4* all’Ippodromo Snai San Siro – sarà aperta al pubblico gratuitamente

Sin da subito, è stato una sorta di chiodo fisso per gli organizzatori: regalare ai milanesi, ai turisti e ai fan degli sport equestri un evento il più partecipato possibile, sentendosi protagonisti della Grande Avventura Equestre dell‘Ippodromo Snai San Siro. Oltre alla crescita tecnica della tre giorni di gare di Salto Ostacoli – un Csi 4* salito di livello rispetto alle tre stelle dell’esordio e anteprima del grande appuntamento con gli Europei 2023 – e alle iniziative di contorno che riempiranno l’agenda dell’ultimo weekend di giugno, il team degli organizzatori, Snaitech insieme con RCS Sports & Events nuovo partner della manifestazione, ha deciso di lanciare l’hashtag #1horse1world4you, simbolo di un’iniziativa che non è soltanto una ‘carezza’ social alla filosofia della manifestazione – #1horse1world: il cavallo al centro di tutto a prescindere dalla disciplina sportiva – ma soprattutto la conferma dell’accesso gratuito per assistere alle gare della Milano Jumping Cup.  

“Ricordo perfettamente la sofferenza che tutti noi abbiamo provato lo scorso anno nel dover negare l’accesso, in osservanza alle norme vigenti per la pandemia, agli amanti dell’equitazione e dello sport all’aria aperta, ad intere famiglie, a gruppi di amici. Vogliamo che la MJC rappresenti un weekend di festa nella rinnovata stagione degli eventi milanesi, è per questo che abbiamo deciso di aprire le porte dell’Ippodromo gratuitamente al pubblico”. E’ quanto ha dichiarato l’ad di Snaitech, ideatore e organizzatore della MJC, Fabio Schiavolin (nella foto).   

Il pubblico, fino ad esaurimento capienza, sarà dunque parte della MJC e comporrà un affresco di passione nelle aree riservate adiacenti al campo gara. Tutto questo per vivere, finalmente e da vicino, l’emozione della Grande Equitazione e delle gare di Salto Ostacoli nella perfetta simbiosi tra i due atleti: l’uomo e il cavallo in quella scultura in movimento che definisce il gesto agonistico