Non poteva esserci esordio migliore per la Frecciarossa Milano Jumping Cup. La vittoria nella categoria a due fasi del CSI1*, palestra di avviamento per giovani cavalli e cavalieri, che stamattina all’Ippodromo San Siro ha aperto l’edizione 2022 del concorso internazionale di salto ostacoli milanese, porta la firma di un giovanissimo Konstantin Haag (nella foto in alto).

Il tedesco, 12 anni (è nato il 2 novembre 2009) di Monaco di Baviera, a Milano ha vinto in sella a SB Broadway Semilly con la freddezza di un veterano centrando così la sua seconda vittoria – la prima era arrivata ad aprile 2021 – battendo sul tempo due italiani, anche loro molto giovani: Martina D’Andrea di Mezzago (classe 2006) con Lacapitola ed il comasco Alessio Vago (classe 2005) con Bluerose.

Martina D’Andrea

Una vittoria, quella del tedesco, che entra nella storia del concorso essendo il più giovane vincitore nella, seppur breve, vita della Milano Jumping Cup. A ribadire la linea verdissima e l’opportunità concessa dalla manifestazione ai giovanissimi, c’è il podio formato da tre giovani di talento, animati da una grande passione ed uno spot per la pratica di base, al centro della mission di Sport e Salute e dalla Federazione Italiana Sport Equestri membri del team organizzativo della Frecciarossa Milano Jumping Cup con Snaitech ed Rcs sport.

Alessio Vago
Articolo precedentePesche, ruspe, ticket redemption & co: ecco un interessante contributo su norme e apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro
Articolo successivoScommesse tennis, Wimbledon: Berrettini ci riprova, un anno dopo. Su Snai comanda Djokovic a 1,85, il trionfo di Matteo a 6,50