La Malta Gaming Authority annuncia che, il 15 ottobre 2019, la pubblicazione di L.N. 266 del 2019 ha confermato l’introduzione di numerosi emendamenti alla Gaming Licence Fees Regulations of 2018 (L. 583.03 delle Leggi di Malta, i “Regolamenti”).

Affinché un licenziatario possa essere considerato un’impresa start-up (“start up”), deve soddisfare cumulativamente un elenco di criteri stabiliti dai regolamenti, che includono, tra gli altri criteri, i requisiti relativi agli importi massimi di entrate provenienti dallo stesso o dal settore collegato. A seguito di questo emendamento, affinché un richiedente possa qualificarsi come start-up, esso e il suo gruppo aziendale non devono aver generato entrate superiori a € 10 milioni nei 36 mesi precedenti la domanda. L’emendamento mira a garantire che le imprese classificate come start-up siano veramente tali, senza pregiudicare contemporaneamente i gruppi di imprese che erano in attività da molti anni e desiderano beneficiare di tale incentivo avviando nuovamente.

Tali modifiche entreranno in vigore a partire dal 1 ° gennaio 2020.

Commenta su Facebook