soldi

Le entrate tributarie e contributive nei primi sette mesi del 2018 mostrano nel complesso un aumento di 7.680 milioni di euro (+2,0 per cento) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. La crescita registrata è la risultante tra l’incremento delle entrate tributarie (+2.361 milioni di euro, +0,9 per cento) e l’incremento, in termini di cassa, delle entrate contributive (+5.319 milioni di euro, +4,1 per cento).

Lo comunica il Mef nel consueto bollettino, dove si legge che le entrate tributarie nel periodo Gennaio-Luglio 2018 evidenziano una crescita pari a 2.361 milioni di euro (+0,9 per cento) rispetto allo stesso periodo del 2017.

Nei primi sette mesi del 2018 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 249.017 milioni di euro (+1.561 milioni di euro, pari a +0,6 per cento) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le imposte dirette risultano pari a 136.381 milioni di euro (+292 milioni di euro pari a +0,2 per cento). Le imposte indirette ammontano a 112.636 milioni di euro (+1.269 milioni di euro, pari a +1,1 per cento). Le entrate di lotto e lotterie ammontano a 8.231 milioni di euro (+452 milioni di euro, pari a +5,8 per cento).

Le entrate tributarie del bilancio dello Stato incassate nel periodo ammontano a 236.476 milioni di euro in aumento di 3.364 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2017 (+1,4 per cento). In crescita le imposte dirette (+3.514 milioni di euro, +2,8 per cento) mentre risultano in flessione le imposte indirette (-150 milioni di euro, -0,1 per cento).

Per quanto riguarda il settore del gioco, nei primi sette mesi dell’anno è stato registrato a livello di competenza giuridica un’incremento di 5,7% punti percentuali sotto la voce Lotto e Lotterie pari a 8.209 milioni di euro, rispetto ai 7.767 milioni a gennaio – luglio 2017. Gli incassi di Lotto e Lotterie passano da 4.263 milioni di euro dei primi sette mesi del 2017 a 4.398 milioni dello stesso periodo del 2018 (+3,2%).

Commenta su Facebook