Associazione Astro gioco
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Come noto dalla prossima dichiarazione dei redditi gli studi di settore verranno aboliti e sostituiti dagli indici di affidabilità. Con provvedimento del 22 settembre 2017, sono state pertanto individuate le attività produttive per le quali, entro fine anno, saranno elaborati i primi 70 indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa), da applicare a partire dal periodo d’imposta 2017, dopo l’approvazione “decretata” dal M.E.F.

Comincia così l’ingresso nel mondo reale degli Isa, introdotti dal “decreto conti pubblici” in sostituzione di parametri e studi di settore, per dar vita a un nuovo rapporto tra contribuenti e fisco, che consentirà a imprese e professionisti di verificare, con maggiore trasparenza, la correttezza della loro condotta. Gli indici sintetici di affidabilità, infatti, si basano su un insieme di indicatori elementari di affidabilità e anomalia e consentono di misurare, su scala da 1 a 10, l’attendibilità del percorso fiscale del contribuente.

In particolare, gli indicatori elementari valutano la credibilità di relazioni e rapporti tra grandezze di natura contabile strutturale, tipici del settore e del modello organizzativo, mentre quelli elementari di anomalia stimano incongruenze e situazioni di normalità e coerenza del profilo contabile e gestionale che presentano carattere atipico rispetto al settore e al modello organizzativo cui sono riferiti.

I contribuenti che si posizionano sui gradini più alti della scala fruiscono di determinati benefici, come: esonero dall’apposizione dei visti di conformità per la compensazione di crediti o rimborsi Iva entro un certo importo; esclusione dall’applicazione della disciplina delle società non operative; esclusione dagli accertamenti basati su presunzioni semplici nonché dalla determinazione sintetica del reddito (a condizione che il reddito complessivo accertabile non ecceda di due terzi quello dichiarato); anticipazione di almeno un anno dei termini di decadenza per l’attività di accertamento da parte degli uffici amministrativi.

A differenza degli studi di settore, poi, per i quali i tempi di revisione erano fissati a tre anni, per gli Isa tali tempi si accorciano a due anni dalla prima applicazione o dall’ultima revisione, in linea con la velocità di cambiamento delle condizioni economiche del Paese.
Tornando al provvedimento, osserviamo, scorrendo l’allegato annesso al documento, che i 70 indici sintetici di affidabilità fiscale pilota sono relativi ad:
1. attività economiche del settore delle manifatture (15);
2. attività economiche del settore dei servizi (17);
3. attività professionali (9);
4. attività economiche del settore del commercio (29).

L’indicatore di affidabilità economica elaborato per il settore dei giochi è AG54U – Sale giochi e biliardi, gestione di apparecchi automatici da intrattenimento, caratterizzato dai codici attività: ATECO: 92.00.02 – Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone (limitatamente alla raccolta delle giocate per conto del concessionario mediante gli apparecchi per il gioco lecito con vincite in denaro di cui all’art. 110, comma 6 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, in veste di esercenti o possessori degli apparecchi medesimi);
ATECO 93.29.30 – Sale giochi e biliardi.

Marco Minoccheri (Consulente fiscale AsTro)

Commenta su Facebook