Nel periodo compreso tra gennaio e marzo tra le imposte indirette, il cui gettito registra una flessione a seguito dell’impatto sulle entrate tributarie delle misure adottate dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria COVID-19, le entrate IVA ammontano a 24.573 milioni di euro (-1.146 milioni di euro, pari a -4,5 per cento).

Le entrate di lotto e lotterie, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 3.137 milioni di euro registrando una flessione pari a -688 milioni di euro (-18,0 per cento) a causa della sospensione dei giochi, a partire dal 21 marzo 2020, sull’intero territorio nazionale.

E’ quanto rileva la Ragioneria dello Stato.