Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “I primi due mesi del 2017 registrano una crescita delle entrate totali tributarie del 3,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 64.614 milioni di euro. A questo importante risultato hanno contribuito tutte le principali imposte.

Infatti i dettagli sull’andamento bimestrale dei singoli tributi rilevano dati positivi sia nel settore delle imposte dirette sia in quello delle imposte indirette come si evince dai dati diffusi dal dipartimento delle Finanze attraverso il Bollettino corredato da Appendici statistiche e Nota tecnica.

Continuano a crescere le entrate relative ai giochi, con un incassato pari a 2.370 milioni di euro, nel complesso una crescita significativa del 15,0%. Le entrate totali relative ai giochi (che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette) sono risultate pari a 2.370 milioni di euro (+309 milioni di euro, pari a +15,0%); considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 2.307 milioni di euro (+310 milioni di euro, pari a +15,5%).

Riportiamo pertanto a seguito il gettito accertato del comparto giochi

Provento del lotto: 1.236 (entrate in milioni di euro) -0,2% (variazione rispetto al periodo gennaio febbraio 2016)

Proventi delle attività di gioco: 40 (entrate in milioni di euro) -24,5% (variazione rispetto al periodo gennaio febbraio 2016)

Apparecchi e congegni di gioco (DL 269/2003 art.39,c.13): 987 (entrate in milioni di euro) +50,0% (variazione rispetto al periodo gennaio febbraio 2016)

Per quanto riguarda le altre imposte

Le imposte dirette hanno contabilizzato un introito complessivo pari a 39.389 milioni di euro, in aumento dell’1,9% (+729 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2016. Nello specifico, si è comportata molto bene l’Irpef con un introito pari a 35.173 milioni di euro in aumento di 530 milioni di euro (+1,5%) grazie anche al contributo positivo delle ritenute da lavoro dipendente (+1,6%). Stessa cosa per quanto riguarda l’Ires che registra un incremento di 183 milioni di euro (+34,5%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Significativi poi, sono i dati che si registrano per le imposte indirette, + 5,2% (cioè +1.240 milioni di euro ) rispetto all’anno scorso, per un totale di gettito che ammonta a 25.225 milioni di euro. Analizzando le singole voci: l’Iva incassa 14.218 milioni di euro con un incremento di 712 milioni di euro (+5,3%). L’andamento positivo è rispecchiabile sia sugli scambi interni (+2,1%) anche grazie all’effetto dello split payment, sia per le importazioni (+26,1%).

Dott. Marco Minoccheri (Consulente Fiscale AsTro)

Commenta su Facebook