La società di eventi globali e media SBC e il leader dei media del settore del gioco d’azzardo canadese Gaming News Canada annunciano oggi una partnership per le scommesse sportive di SBC e gli eventi di iGaming negli Stati Uniti e in Canada.

Gaming News Canada è la divisione media B2B di Parleh Media Group, che copre l’industria delle scommesse sportive e dei giochi attraverso la sua newsletter e il podcast Gaming News Canada Show. La partnership precede l’edizione 2023 dello SBC Summit North America (New Jersey, 9-11 maggio) e l’edizione 2023 del Canadian Gaming Summit (Toronto, 13-15 giugno), che sarà, per la prima volta, orgogliosamente prodotta da SBC in collaborazione con la Canadian Gaming Association.

Prima che il governo federale canadese modifichi il codice penale del Paese per legalizzare le scommesse sportive a evento singolo, Parleh Media Group ha lanciato una newsletter bisettimanale nel febbraio 2021. La newsletter di Gaming News Canada è diventata una lettura obbligata per dirigenti, leader di marketing e comunicazione e media che partecipano all’industria del gioco in rapida crescita in tutto il Nord America. Il podcast settimanale di Gaming News Canada presenta esperti di tutto il settore che affrontano le ultime notizie e tendenze.

Ho riconosciuto un anno fa, quando ho partecipato al SBC North America Summit a Secaucus (NJ) l’importante ruolo che SBC ha nel settore, dalle sue conferenze e webinar ai premi del settore e all’eccezionale lavoro svolto dal suo team editoriale nel coprire le scommesse sportive e l’iGaming“, ha dichiarato Steve McAllister, caporedattore di Gaming News Canada.

L’annuncio di oggi non solo allinea Parleh Media Group con uno degli eventi e delle società di media più noti del settore, ma ci fornirà l’accesso ai leader in tutta l’azienda e opportunità per il nostro team moderando e prestando l’esperienza delle nostre persone ai panel sia ai vertici nordamericani che canadesi“, ha aggiunto McAllister.

Mark Silver, fondatore e CEO di Parleh Media Group, ha aggiunto: “Quando abbiamo appreso a marzo che SBC avrebbe organizzato il Canadian Gaming Summit nel 2023 e oltre, abbiamo riconosciuto l’importanza di lavorare insieme a Bob McFarland, Sue Schneider, Cristian Robalino e il resto del team SBC. Come vincitore del concorso inaugurale SBC First Pitch un anno fa, abbiamo visto l’influenza che SBC ha nell’aprire la porta per riunire i decisori di tutto il settore.

Siamo entusiasti di essere partner di SBC per il suo North America Summit e per il suo nuovo ruolo nell’organizzazione del Canadian Gaming Summit. Non vediamo l’ora di supportare sia SBC che la Canadian Gaming Association nell’organizzare una conferenza a Toronto questo giugno che informi ed educhi i partecipanti su un’industria dinamica che attraversa molti settori in Canada“.

Cristian Robalino, VP of Marketing, Americas, di SBC, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Parleh Media Group come media partner in vista dei nostri eventi del 2023 incentrati sulla regione nordamericana. Abbiamo seguito la crescita del Parleh negli ultimi anni e siamo davvero impressionati dai loro sforzi per connettersi con gli appassionati di sport in modo significativo e interattivo utilizzando nuovi formati divertenti“.


SBC Summit North America è la principale conferenza e fiera di iGaming e scommesse sportive nella regione nordamericana, che offre opportunità di business attraverso il networking e l’apprendimento.

Il Canadian Gaming Summit (CGS) è la principale conferenza e mostra annuale per i dirigenti senior di iGaming e scommesse sportive dal Canada e oltre, offrendo le intuizioni più di nicchia e potenti sul mercato canadese del gioco d’azzardo.

Prenota il tuo pass SBC Summit North America e Canadian Gaming Summit pass o contatta [email protected] per dettagli sulle opportunità di esposizione e sponsorizzazione.

Articolo precedenteGeWeTe porterà a Enada un’intera gamma di apparecchi dedicati al gaming e presenterà l’applicazione E-Wallet
Articolo successivoParlamento UE, Nesci (FdI-Ecr): “Videogiochi, in Europa occorre approccio uniforme per costruire un ambiente online sicuro”