Una nuova edizione romana di Enada si terrà dal 16 al 18 ottobre alla Fiera di Roma (ingresso Porta Est).

La storica fiera del gioco di Sapar, organizzata da IEG Italian Exhibition Group, darà risalto alle novità del mercato. Le aziende presenteranno, come sempre, prodotti, servizi e tecnologie, ma avranno soprattutto l’occasione di analizzare i mercati di riferimento alla luce delle recenti normative. I marchi leader hanno già confermato la loro presenza (sul sito è disponibile l’elenco delle aziende già confermate, altre trattative sono in corso. link: https://www.enada.it/elenco-espositori/lista-espositori-2018 ).

Anche l’associazione SAPAR attraverso i suoi momenti di incontro coglierà l’occasione per riconfermare il proprio ruolo a tutela dell’intera filiera, per salvaguardare il gioco legale e per proporre soluzioni da condividere con le istituzioni.

“Anche quest’anno affrontiamo Enada Roma con rinnovato spirito positivo”, sottolinea il presidente di Sapar Raffaele Curcio. “Nonostante perduri, ormai da molto tempo, una situazione estremamente difficile per il comparto, la manifestazione si ripropone come strumento per far comprendere alla politica che questo è un settore composto da aziende di eccellenza a livello di costruzione, produzione e gestione di apparecchi da intrattenimento, che garantiscono occupazione e legalità sul territorio, nonché una fonte di gettito erariale per lo Stato”.

Tra i momenti di confronto, dibattito e aggiornamento, segnaliamo il tradizionale convegno di apertura Sapar e l’incontro organizzato dalla rivista Jamma, nella giornata di mercoledì 17 ottobre, dal titolo: “Ragione & regioni: la politica del gioco divide l’Italia. Confronto tra esponenti politici delle regioni ed il mercato del gioco sull’efficacia e le prospettive dei distanziometri”.

Tra le novità di questa edizione c’è anche la contemporaneità con Roma Amusement Show, evento dedicato al mondo del gioco senza vincite in denaro, frutto dell’accordo tra Italian Exhibition Group (IEG), Consorzio FEE e SAPAR, che sarà valido sino al 2022.

Commenta su Facebook