consiglio di stato
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) La Quinta Sezione del Consiglio di Stato ha respinto il ricorso di un operatore per la riforma della sentenza del T.A.R. Piemonte concernente la nuova disciplina dell’orario di apertura delle sale pubbliche da gioco, nonché dell’esercizio degli apparecchi e congegni automatici da gioco ed intrattenimento. I giudici hanno ritenuto che non sussistono elementi di fumus anche alla luce dei precedenti di merito della stessa Sezione.

 

Commenta su Facebook