tar lazio
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) I giudici del Tar Puglia hanno respinto il ricorso dl titolare di una sala giochi a cui il Comune di Melendugno, Lecce, ha negato la licenza per il trasferimento di una sala giochi in quanto la nuova sede dista meno di 500 mt da un luogo sensibile. “Come correttamente ritenuto dal Comune di Melendugno nel provvedimento impugnato – evidenzia il giudice amministrativo-  la “novità dell’attività” ai fini dell’applicazione della disciplina in esame, non può che essere valutata in relazione alla specifica sede dove la stessa viene esercitata e non, invece, al suo titolare, sicché nei caso di trasferimento della sede in diverso luogo, il rispetto dei parametri di legge (tra cui la distanza minima dai luoghi sensibili) va verificato come se si trattasse di nuova apertura (vedi Tar Veneto sentenza n. 1078 del 2016, confermata dal Consiglio di Stato, sentenza n. 3138 del 2017)”.

 

Commenta su Facebook