Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “La carenza di un titolo autorizzatorio necessario ai sensi degli artt. 86 del R.D. n. 773 del 1931 e dell’art. 19 del d.P.R. n. 616 del 1977 non può essere integrato da un provvedimento giurisdizionale, che legittimi lo svolgimento di un’attività abusiva, sia pure a titolo meramente provvisorio”. Così si è espresso il Tar Campania respingendo il ricorso per l’annullamento dell’ordinanza del Comune di Napoli, Direzione Centrale, Sviluppo Economico, Ricerca e Mercato del lavoro e dell’art. 6 Regolamento Sale da Gioco e Giochi Leciti approvato dal Comune di Napoli  laddove al secondo comma prescrive che per l’apertura di agenzia per la raccolta di scommesse ippiche sportive e per sale dedicate all’installazione di apparecchi o sistemi di gioco VLT di cui all’art. 110 comma 6 lett. b) del TULPS dovrà parimenti essere ottenuta la prescritta licenza di cui all’art. 88 del TULPS rilasciata alla Questura”.

;

Commenta su Facebook