tar bolzano
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa – Sezione Autonoma di Bolzano ha respinto il ricorso di un titolare di una sala giochi per l’annullamento del provvedimento della Provincia autonoma di Bolzano di pronuncia di decadenza dell’autorizzazione alla gestione della sala giochi Figl a Nalles.

Il Tar evidenzia come “i locali nei quali si gestisce la sala giochi, sono ubicati in un raggio di 300 metri da luoghi sensibili (asilo, biblioteca pubblica, casa della cultura e parco giochi) (…). Orbene, mentre la biblioteca comunale, il parco giochi e la casa della cultura rientrano tra i luoghi sensibili individuati dalle due deliberazioni provinciali già annullate da questo Tribunale, l’asilo rientra tra le categorie di luoghi sensibili individuati direttamente dal legislatore e, perciò, quest’ultimo luogo sensibile rimane in ogni caso di ostacolo al rinnovo dell’autorizzazione”.

Commenta su Facebook