tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Ennesima assoluzione, questa volta a Cosenza per un nostro Affiliato Betn1 perchè il fatto non sussiste.

Ad un nostro affiliato di Cosenza era stata contestata la raccolta abusiva di scommesse poichè sprovvisto di titolo Concessorio italiano. Il Giudice calabrese, letta la memoria difensiva del nostro Avvocato Mariateresa Parrelli, improntata sulle oramai numerose discriminizioni subite della nostra Società Betn1 a causa sia del Bando Monti, come confermato dalla suprema Corte di Cassazione, che dalla sanatoria fiscale del 2015 comma 643 art. 1, ha rigettato le tesi offensive presentate dal Pubblico Ministero riconoscendo inoltre, la procedura amministrativa dettata dall’art.1 comma 644 che garantisce sia la tutela della salute e dell’ordine pubblico che la tutela dell’erario italiano.

Ringraziando l’operato del nostro Studio legale, Betn1 continua ad attendere il sospirato Bando di gara italiano per la raccolta a distanza di giochi e scommesse che doveva essere pubblicato nel giugno 2016 per continuare ad offrire i propri sevizi, anche di prodotti italiani, per garantire un offerta maggiore e differenziata del suo portale di gioco.”

Betn1

Commenta su Facebook