Il Tar Piemonte ha disposto gli incombenti istruttori in merito ad un ricorso presentato contro Ministero dell’Interno – Prefettura in cui si chiedeva l’annullamento del decreto del Questore con il quale è stata revocata la licenza per l’attività di raccolta delle scommesse alla ricorrente.

Per il Tar: “Ritenuto necessario, ai fini della decisione sul ricorso in epigrafe, acquisire dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria notizie circa lo stato del procedimento penale (R.G.N.R. 7497/14) a carico del sig. -OMISSIS-, -OMISSIS- del ricorrente -OMISSIS-, legale rappresentante della società -OMISSIS-;

Ritenuto, pertanto, di dover disporre la immediata trasmissione della presente ordinanza e di copia integrale del fascicolo processuale al Sig. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, affinché possa rendere le informazioni richieste;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Prima) dispone gli incombenti istruttori nei sensi e nei termini di cui in motivazione.

Dispone la trasmissione della presente ordinanza e di copia integrale del fascicolo processuale al Sig. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria.

Fissa l’udienza di discussione del merito alla data del 9 ottobre 2019”.

Commenta su Facebook