tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Non versò i soldi del Lotto, tabaccaio di Fiscaglia (FE) condannato a due anni di reclusione per peculato. Si era trattenuto poco meno di 5mila euro, le somme di tre settimane.  

In sede di discussione la difesa ha richiamato la circostanza di uno stato di necessità in cui versava l’imputato, che di lì a poco si vedrà costretto a chiudere l’attività non essendo in grado di riprendersi economicamente dall’investito iniziale per l’acquisto della tabaccheria. La pubblica accusa ha chiesto 4 anni. Il tribunale ne ha decisi due, tenendo conto delle attenuanti generiche. Alla pena detentiva (sospesa) si aggiungono quelle accessorie dell’interdizione temporanea dai pubblici uffici e del sequestro dei beni condizionato alla spontanea restituzione delle somme indebitamente trattenute.

L’avvocato della difesa anticipa che farà appello “a motivo del fatto che l’agenzia dei monopoli ha escusso una fideiussione per un importo leggermente superiore a quello non versato”.

Commenta su Facebook