Il Tar Liguria ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato da una società contro il Comune di Sarzana (SP) in cui si chiedeva l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, dell’ordinanza avente ad oggetto “Chiusura procedimento amministrativo prot. n. 11543/17 del 30 marzo 2017 e dell’esercizio dell’attività, con la quale è stato disposto in via definitiva il diniego dell’istanza di autorizzazione per l’esercizio della sala pubblica da gioco prot. n. 2016/40717 in data 26.11.2016 e la chiusura del relativo procedimento amministrativo, ed è stato ordinato al ricorrente, in mancanza di un valido titolo abilitativo, la cessazione dell’attività di sala giochi esercitata nei locali di (…)”.

Per il Tar: “Rilevato che le esigenze cautelari evidenziate dalla ricorrente, in relazione alle quali appare necessario evidenziare come l’attività sia stata svolta in assenza di titolo abilitativo, possono essere adeguatamente soddisfatte dalla sollecita fissazione dell’udienza di merito del ricorso che dovrà essere trattato unitamente al n. 332/17 di R.g. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Liguria (Sezione Seconda), fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 26 giugno 2019. Dispone la trattazione alla stessa udienza del ricorso R.G. n. 332/17. Spese della presente fase cautelare compensate”.