consiglio di stato
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Consiglio di Stato ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato da una società contro il Comune di Gravellona Toce (VB) in cui chiedeva la riforma della sentenza del TAR Piemonte, Sezione II, n. 00832/2017, resa tra le parti, concernente la fissazione degli orari d’uso degli apparecchi da gioco.

“Considerato che:

a) l’ordinanza comunale impugnata non preclude integralmente lo svolgimento dell’attività espletata dall’appellante, limitandone soltanto l’orario di esercizio, peraltro in termini non particolarmente restrittivi;

b) nella comparazione dei contrapposti interessi convolti nella vicenda appare prevalente quello dell’amministrazione pubblica ad attivare tutti gli strumenti potenzialmente idonei a contrastare i fenomeni di ludopatia.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), Respinge l’istanza cautelare”.

Commenta su Facebook