tribunale
Print Friendly, PDF & Email

Il Tar Marche ha respinto – tramite ordinanza – i ricorsi presentati da due società contro il Comune di Macerata e altrettante contro il Comune di Corinaldo (AN) in cui si chiedeva l’annullamento delle rispettive ordinanze di contrasto alla ludopatia consisenti in limitazioni temporali all’esercizio del gioco.

“Ritenuto che non sussistano i presupposti per l’accoglimento della domanda cautelare, sia in ragione del fatto che l’ordinanza impugnata non preclude completamente l’attività d’impresa alla società ricorrente (in termini, Cons. Stato, ord. n. 1914 del 2018), sia alla luce della imminente trattazione del merito (per la quale è già fissata l’udienza pubblica del 3 ottobre 2018);

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per le Marche (Sezione Prima) respinge la suindicata domanda cautelare.

Compensa le spese della presente fase del giudizio.

Resta confermata, per la trattazione di merito del ricorso, la pubblica udienza del 3 ottobre 2018″.

Commenta su Facebook