Il Tar Emilia Romagna ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato da un’impresa contro il Comune di San Lazzaro di Savena (BO) in cui si chiedeva l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, dell’Ordinanza di chiusura dell’attività di raccolta e gestione scommesse ippiche e/o sportive.

Per il Tar: “Rilevato che il ricorso è infondato in relazione al complesso delle censure in esso delineate; rilevato altresì che –in ogni caso- nella comparazione dei contrapposti interessi appare necessariamente prevalente nella presente fase cautelare, la tutela del fondamentale interesse pubblico alla salvaguardia della salute e sicurezza collettiva rispetto all’interesse economico fatto valere in giudizio; il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia Romagna (Sezione Seconda) rigetta l’istanza cautelare”.