La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso del titolare di una ‘ricevitoria’ collegata al concessionario Stanleybet riconosciuto responsabile del delitto di appropriazione indebita continuata e pluriaggravata (dall’abuso della prestazione d’opera e dall’aver cagionato alla persona offesa un danno patrimoniale…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati