Il Tar Lazio, tramite quattro ordinanze distinte, ha accoltoi ricorsi di altrettante società contro Adm in cui si chiedeva di annullare, previa sospensione dell’efficacia, i rispettivi provvedimenti di cancellazione dall’elenco dei soggetti Ries.

“Considerato che il ricorso si fonda su assunti plausibili e non manifestamente infondati; apprezzato il requisito del periculum insito negli effetti degli atti gravati; ritenuto, pertanto, di accogliere la domanda di sospensione, impregiudicato ogni provvedimento definitivo da assumersi all’esito del merito; ritenuti infine i presupposti per compensare tra le parti le spese della fase;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda), accoglie la domanda cautelare e, per l’effetto, sospende l’efficacia dei provvedimenti impugnati. Fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 1 luglio 2020″.