Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) La Sesta Sez. del Consiglio di Stato ha accolto il ricorso del titolare di una sala giochi per la riforma dell’ordinanza cautelare del Trbunale Amministrativo di Bolzano concernente la decadenza autorizzazione di sala giochi. 

I giudici hanno ritenuto che ” il provvedimento impugnato in primo grado ha per oggetto, oltre all’accertamento dell’intervenuta decadenza dell’autorizzazione, anche l’ordine di chiusura e un’implicita valutazione di motivi ostativi a un eventuale rinnovo, con la conseguenza che, in aderenza ai precedenti di questa Sezione formatisi su fattispecie analoghe  si ravvisano i presupposti per accogliere la domanda cautelare proposta in primo grado”. Il Tar di Bolzano dovrà ora fissare l’udienza di merito .

Commenta su Facebook