Circa 150.000 operatori sono impiegati in attività di gioco legale. È importante trovare delle soluzioni equilibrate che tengano conto sia della necessità di lottare contro le dipendenze da gioco sia di quelle dei lavoratori.

E’ quanto sottolinea Maria Rosaria Nappa, Segretario generale della Filcams Cgil di Salerno, oggi a Salerno per il Workshop di Codere Italia sul gioco legale

“La possibilità che si dia seguito alle indicazioni che prevedono modifiche sostanziali sia agli orari di apertura delle sale gioco, sia alle distanze considerate di sicurezza dai luoghi sensibili, deve necessariamente tener conto delle possibili conseguenze dal punto di vista occupazionale, dal momento che il mondo del gioco legale coinvolge una platea di circa 150.000 operatori, cercando un giusto equilibrio tra la lotta alle dipendenze da gioco e la tutela dei lavoratori, evitando in primis la demonizzazione di personale impiegato con alti standard di professionalità”, precisa Maria Rosaria Nappa, Segretario generale della Filcams Cgil di Salerno.