slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il circolo Acli di Villa d’Almè, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Villa d’Almè e di Almè (BG) e con l’associazione «Ludiverso», promuove, fra maggio e giugno, due incontri per sensibilizzare e informare sul tema del gioco d’azzardo.

«La proposta, nata grazie alla sinergia fra le Acli di Villa d’Almè e alcuni cittadini, sia di Villa d’Almè che di Almè, intende promuovere delle iniziative per far conoscere il problema della ludopatia – spiega Pina Pigolotti del circolo Acli di Villa d’Almè, delegata al welfare per le Acli provinciali di Bergamo –, un fenomeno, vera e propria malattia, che tende ad essere nascosto e che colpisce anche le giovani generazioni, causando profondi disagi sociali non solo ai singoli soggetti, ma anche alle loro famiglie».

«Il fatto che lo stato pubblicizzi queste forme di gioco è molto grave. Un’autentica contraddizione se si pensa al tempo e a tutte le risorse che la sanità impiega per curare un soggetto affetto da ludopatia. Sarebbe positivo, poi, riconvertire i lavoratori che operano in questo settore, facendo loro svolgere lavori più etici».

Commenta su Facebook