Si è tenuta oggi, in modalità online, la lezione inaugurale del corso di formazione in “Lotta contro il gioco d’azzardo patologico”, organizzato dall’Università di Siena in collaborazione con la Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’Usura e l’ANCI Toscana. Alla lezione ha partecipato il rettore dell’Ateneo Francesco Frati e molti sono stati gli ospiti intervenuti tra i quali il prefetto di Siena Maria Forte, il questore di Siena Costantino Capuano, l’assessore alla Sanità della Regione Toscana Simone Bezzini, l’assessora alla Sanità del Comune di Siena Francesca Appolloni, il presidente di ANCI Toscana Matteo Biffoni e il presidente della Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’Usura Lelio Grossi.

Sono 38, provenienti da tutta Italia, i partecipanti al corso. L’obiettivo è quello di fornire gli strumenti conoscitivi necessari per rapportarsi ai soggetti ludopatici e al fine di indirizzarli verso i servizi più idonei previsti per affrontare e curare la loro patologia. Le formazione entrerà nel vivo nel mese di giugno quando si svolgeranno le 24 ore di corso previste.