Addicted to the gambling of the Casinos by internet. Gonzalo Garcia Pelayo, professional gambler. (Photo by Luis Davilla/Cover/Getty Images)

Gli analisti di Regulus Partners, agenzia di analisi finanziarie specializzata nel gioco d’azzardo  ha stimato che la spesa totale delle società di gioco d’azzardo per il marketing è aumentata del 56% dal 2014, raggiungendo così quota 1,5 miliardi di sterline.

 

La maggior parte delle attività di marketing è concentrata su Internet, con le aziende che spendono cinque volte più nell’online che in televisione. Le nuove stime, basate sui conti certificati dei principali operatori quotati e altri dati finanziari disponibili riferibili a società private e offshore, indicano le aree in cui le aziende hanno speso più soldi per il marketing nel 2017:

Costi di marketing online diretti – 747 milioni di sterline, quasi la metà (48%) della spesa totale per il marketing del gioco d’azzardo

Pubblicità tramite marketing “affiliati” – siti web, informatori e pubblicazioni che guadagnano commissioni dalla creazione di nuovi affari per le società di gioco – £ 301 milioni, quasi un quinto (19%) della spesa totale

Pubblicità sul gioco d’azzardo in TV – 234 milioni di sterline,  il 15% della spesa totale per il gioco d’azzardo

Social media: 149 milioni di sterline, più che triplicata la somma in tre anni e il 10% della spesa totale per il marketing del gioco d’azzardo

Sponsorizzazione: 60 milioni di sterline, il doppio dell’importo speso nel 2014 (30 milioni di sterline).

L’80% di tutte le spese di marketing per il gioco d’azzardo è ora online. C’è stato un dibattito significativo sulla quantità di pubblicità da parte di bookmaker, siti di bingo e casinò virtuali in televisione, ma queste cifre evidenziano la considerevole quantità di denaro speso per promuovere il gioco d’azzardo su internet.

Commenta su Facebook