“All’inizio del 2020 abbiamo consultato le proposte di modifica di parti delle condizioni di licenza e codici di pratica (LCCP) relativi alle informazioni che i licenziatari ci devono fornire. Abbiamo anche consultato le proposte per migliorare la raccolta dei dati sui resi regolamentari e le pubblicazioni delle statistiche ufficiali”. E’ quanto comunica in una nota la Gambling Commission britannica.

Le nostre proposte di consultazione volevano rendere i requisiti dei dati più efficienti per i licenziatari e per noi. In particolare, le proposte miravano a: migliorare la qualità dei dati e l’efficienza della regolamentazione; riflettere la nostra costante attenzione ai clienti e alla responsabilità sociale; assicurare che i requisiti siano riconciliati con le nostre esigenze attuali e future dei dati; razionalizzare i nostri requisiti esistenti; ridurre l’onere normativo.

L’obiettivo era garantire che i requisiti in materia di informazioni imposti ai titolari di licenze siano proporzionati ed efficaci per informare sulla nostra regolamentazione del settore del gioco d’azzardo. Abbiamo ricevuto 70 risposte scritte alla consultazione che è durata 12 settimane.

Il documento di risposta alla consultazione riassume le risposte ricevute e spiega la nostra posizione su ciascuna proposta. Le modifiche al LCCP a seguito di questa consultazione entreranno in vigore il 31 ottobre 2020. Avranno effetto su tutti i licenziatari. Altre modifiche, come quelle al nostro sistema di eServices, i rendimenti regolamentari e le nostre statistiche ufficiali, avverranno nei tempi indicati nelle dichiarazioni di posizione per ogni modifica specifica”.

Focus sulla risposta riguardante la consultazione dello stato delle licenze

“All’inizio del 2020 abbiamo consultato le proposte di aggiornamento della condizione di licenza 8.1 (visualizzazione dello stato di licenza) per gli operatori di gioco che offrono prodotti di gioco online.

Le nostre proposte di consultazione volevano apportare modifiche alla condizione di licenza 8.1.1 e 8.1.2 e introdurre una nuova condizione di licenza (condizione di licenza 8.1.3). Questi cambiamenti miravano a: standardizzare il tipo di informazioni che devono essere visualizzate sui siti web business-to-customer (B2C) e business-to-business (B2B) e sulle applicazioni mobili sullo stato della licenza di un operatore e estendere i requisiti alle società non commerciali, alle autorità locali e ai gestori di lotterie esterne che offrono accesso ai prodotti della lotteria online.

Il nostro obiettivo nel fare queste modifiche è migliorare la visibilità dello stato di licenza di un licenziatario per i clienti dei prodotti di gioco d’azzardo online, supportando il nostro lavoro per mantenere il gioco d’azzardo equo e sicuro.

La standardizzazione della forma degli stati con licenza visualizzati ci consentirà inoltre di utilizzare meglio gli strumenti di dati quando svolgiamo attività di conformità per verificare lo stato di licenza di un sito web di gioco o un’applicazione mobile.

Abbiamo ricevuto 30 risposte scritte alla consultazione, durata 12 settimane. Il documento di risposta alla consultazione riassume le risposte ricevute e spiega la nostra posizione finale su ciascuna proposta.

Le modifiche alle Condizioni di licenza e ai Codici di comportamento (LCCP) a seguito di questa consultazione entreranno in vigore il 31 ottobre 2020.

Interesseranno tutti gli operatori B2C online, gli operatori B2B remoti, le società non commerciali e le autorità locali titolari di licenze delle lotterie della società e i gestori esterni della lotteria. Oltre alle modifiche alla condizione di licenza 8.1, prevediamo di fornire indicazioni per gli operatori sul formato da utilizzare per la visualizzazione dello stato della licenza”.