Le aziende di gioco d’azzardo sono state avvertite dalla Gambling Commission britannica: dovranno affrontare azioni normative se non gestiscono attentamente tutti i siti web di terzi di cui sono responsabili.

L’avvertimento fa seguito alle azioni normative intraprese contro FSB Technology (UK) che dovrà cambiare il modo in cui opera con condizioni di licenza aggiuntive e pagare £ 600.000 per mancanze su pubblicità, riciclaggio di denaro e responsabilità sociale.

Il modello di business di FSB include disposizioni contrattuali delle sue attività autorizzate a terzi. Questo accordo, spesso definito “white label”, attribuisce al licenziatario la responsabilità di garantire che i suoi partner di terze parti mantengano il gioco d’azzardo equo, sicuro e privo di criminalità. Tuttavia, un’indagine della Commissione sul gioco d’azzardo ha scoperto che FSB non ha avuto una supervisione sufficiente per tre siti web di terzi o efficaci politiche e procedure antiriciclaggio e sulla responsabilità sociale in atto tra gennaio 2017 e agosto 2019.

Ad esempio sono state riscontrate interazioni con i clienti inefficaci, con scarso controllo dei fondi di un cliente che ha mostrato indicatori di gioco d’azzardo problematico e ha speso £ 282.000 in un periodo di 18 mesi; invio di un’e-mail di marketing a 2.324 clienti che in precedenza si erano auto-esclusi; un team manager VIP che agiva senza un’adeguata supervisione e non riceveva una formazione AML sufficiente; collocazione di un banner pubblicitario inappropriato contenente nudità da cartone animato su un sito web in Gran Bretagna che forniva accesso non autorizzato a contenuti protetti da copyright.

Richard Watson, direttore esecutivo della Commissione, ha dichiarato: “Tutti gli operatori dovrebbero prestare molta attenzione a questo caso in quanto dimostra che riteniamo tutti i licenziatari pienamente responsabili delle relazioni con terzi – e agiremo contro i nostri licenziatari che non gestiscono adeguatamente i terzi. Queste erano palesi violazioni delle regole che abbiamo messo in atto per garantire che il gioco d’azzardo sia giusto, sicuro e privo di criminalità”.

Oltre a pagare £ 600.000 che andranno a contribuire alla realizzazione della strategia nazionale per ridurre i danni da gioco, FSB avrà anche ulteriori condizioni sulla sua licenza per garantire che conduca due diligence basate sul rischio per nuovi e attuali partner terzi di cui gestisce i siti web.

La Commissione sta ancora rivedendo le azioni dei titolari di licenze di gestione personale coinvolte in questo caso.