Il lavoro collaborativo con l’industria ha portato a progressi a seguito di tre sfide poste dalla Commissione sul gioco d’azzardo britannica per rendere il settore più sicuro e ridurre i danni in tutto il comparto.

Il lavoro porterà a restrizioni e prevenzione del reclutamento di minori di 25 anni a programmi VIP, a una riduzione dell’intensità di gioco, come la velocità di rotazione e la rimozione dei pulsanti turbo, e uno sforzo congiunto per proteggere bambini e giovani dalla pubblicità del gioco online.

La Commissione sul gioco d’azzardo accoglie con favore le raccomandazioni formulate dall’industria su prodotti più sicuri, ma sfida l’industria ad andare oltre.

Questo nuovo approccio per accelerare i progressi nella protezione dei consumatori dal danno da gioco d’azzardo è stato fissato dall’amministratore delegato della Commissione, Neil McArthur, nell’ottobre 2019. Nel gennaio 2020 sono stati costituiti gruppi di lavoro composti da leader senior dell’industria, concentrati sull’uso degli incentivi VIP, pubblicità online più sicura e utilizzo di un design del prodotto più sicuro.

I gruppi di lavoro del settore presentavano oltre 30 operatori, coordinati dal Consiglio scommesse e gioco (BGC). Nell’ambito di questo lavoro, la Commissione ha organizzato seminari con persone con esperienza diretta del danno da gioco d’azzardo, oltre a collaborare con GamCare per garantire che l’esperienza degli utenti dei suoi servizi aiutasse anche a informare su qualsiasi risultato.

I soggetti coinvolti nel lavoro continueranno a sviluppare e ad attuare rapidamente le proposte, con alcune misure relative ai clienti VIP che saranno implementate il 14 aprile.

La Commissione avvierà ora consultazioni formali su questi settori per garantire che le nuove misure siano integrate nel suo quadro normativo, il che significa che tutti gli operatori dovranno attenersi alle nuove norme sulla protezione dei consumatori.

Neil McArthur, amministratore delegato della Gambling Commission, ha dichiarato: “Siamo stati incoraggiati dai progressi sugli incentivi VIP, sulla pubblicità più sicura e sui prodotti più sicuri. Poniamo queste sfide al fine di offrire cambiamenti reali e rapidi per i consumatori nelle aree chiave di rischio. Tuttavia, è importante che questi impegni siano attuati al più presto. Non dovrebbero essere necessari mesi per attuare le garanzie che molti si aspettano essere già in atto.

Collaborando con gli operatori e cercando il punto di vista delle persone con esperienza vissuta di danno da gioco d’azzardo siamo stati in grado di fare progressi significativi, anche se c’è sempre molto da fare. Consulteremo ora le modifiche necessarie al nostro libro delle regole per garantire che tutti gli operatori debbano soddisfare i nuovi standard.

Mentre siamo incoraggiati dalle proposte del settore per rendere più sicuri i prodotti di gioco d’azzardo, ora chiediamo agli operatori di implementare rapidamente tali proposte; ma le proposte non vanno abbastanza lontano e ora considereremo quali misure aggiuntive dovremmo imporre agli operatori.

Riconosco che l’epidemia di Covid-19 avrà un impatto sui prossimi passi e azioni, in particolare gli operatori terrestri. Accolgo con favore il fatto che gli operatori coinvolti e la BGC si siano impegnati a portare avanti questo lavoro in questi tempi difficili. Questo è un segno positivo del loro impegno a rendere il settore più sicuro. In definitiva, le azioni parlano più delle parole e qualsiasi operatore che non mette al primo posto la sicurezza dei consumatori diventerà un obiettivo per le azioni di contrasto”.

Di seguito i progressi del settore raggiunti finora, la risposta della Commissione sui giochi a distanza e i prossimi passi.

Uso di incentivi VIP

Questo gruppo è stato istituito per sviluppare un codice di settore che affrontava le cattive pratiche relative al trattamento e all’incentivazione di clienti di alto valore e ad alta spesa, noti anche come “VIP”. L’industria ha accettato di: limitare e impedire ai clienti di età inferiore ai 25 anni di essere reclutati in schemi di clienti di alto valore; tutti i clienti devono prima superare i controlli approfonditi relativi alla spesa, al gioco d’azzardo più sicuro e alla maggiore diligenza dovuta prima di poter beneficiare di incentivi per i clienti di alto valore; sarà inoltre necessario che i programmi di ricompensa dispongano di audit trail completi che descrivano dettagliatamente il processo decisionale con la supervisione e la responsabilità senior specificate.

La risposta delle commissioni di gioco

La Commissione consulterà ora le modifiche permanenti alle condizioni di licenza e ai codici di condotta (LCCP).

La Commissione prevede che l’industria attui il suo codice il prima possibile e ritiene che la maggior parte delle misure dovrebbe essere attuata entro 3 mesi.
La Commissione monitorerà e sosterrà l’attuazione del codice del settore come misura provvisoria.

Pubblicità online più sicura

Questa sfida della tecnologia pubblicitaria mirava a ridurre la quantità di pubblicità online vista da bambini, giovani e adulti vulnerabili. Le azioni intraprese immediatamente dall’industria e da attuare entro luglio 2020 includono: un elenco comune di termini di ricerca negativi (ad es. Come posso escludermi dal gioco d’azzardo?) E siti web di soppressione, che aiuteranno a proteggere i gruppi vulnerabili dagli annunci di gioco online; un uso migliore e più coerente dei dati dei clienti per garantire che gli annunci a pagamento stiano puntando lontano dai gruppi vulnerabili attraverso le piattaforme di social media, invece di indirizzare gli affari; implementare un approccio che significhi che la pubblicità è mirata solo a +25 anni nei social media e nella pubblicità “Pay Per Click” dove le strutture della piattaforma lo consentono. Ciò proteggerà i giovani e accrescerà la fiducia nella stessa età delle piattaforme dei social media; canali e contenuti di YouTube; adottare e distribuire a tutti gli affiliati un codice di condotta che verrà modificato e aggiornato su base regolare per garantire che tutte le misure intraprese dal settore vengano attuate in modo equo dagli affiliati.

Queste misure saranno adottate al più presto nel settore e in ogni caso sancite dal Codice del settore dei giochi d’azzardo della IGRG per la pubblicità socialmente responsabile (previa consultazione con l’Associazione di Bingo e BACTA) ed efficaci entro luglio 2020.

Inoltre, il gruppo di lavoro punta a: istituire un forum Adtech intersettoriale permanente per garantire un’attenzione costante al progresso ulteriore in questo settore, incluso lo svolgimento e la valutazione di prove di tecnologia pubblicitaria; continuare l’impegno proattivo con una vasta gamma di parti interessate (comprese le piattaforme) su aree di lavoro concordate, con l’obiettivo di fissare continuamente i più alti standard nella pubblicità e nel marketing digitali responsabili e garantire che tutte le tecnologie pertinenti siano utilizzate per raggiungere tale obiettivo; collaborare con la Commissione sul gioco d’azzardo per pubblicare e promuovere la consulenza dei consumatori e lavorare con piattaforme e emittenti online per identificare un approccio più efficace, semplice e coerente, per quanto riguarda il blocco della pubblicità del gioco d’azzardo; impegnarsi a monitorare e valutare tutte le azioni per garantire che vengano perseguite solo soluzioni efficaci.

La risposta della Commissione sul gioco d’azzardo

L’opinione della Commissione sul gioco d’azzardo è che l’industria ha sviluppato una serie appropriata di impegni che dovrebbero aiutare a limitare ulteriormente l’esposizione alle pubblicità sul gioco d’azzardo online da parte di gruppi vulnerabili. La Commissione riconosce che l’ecosistema della pubblicità online è complesso e che alcuni progressi dipenderanno da terzi, come le piattaforme di social media. In questi casi, prevediamo che l’industria lavorerà in collaborazione con le piattaforme per identificare e implementare ulteriori soluzioni. In virtù della loro inclusione nel Codice dell’industria del gioco d’azzardo per la pubblicità socialmente responsabile, la Commissione terrà ora gli operatori per tenere conto di tali impegni a partire da luglio.

Prodotti più sicuri

Questi gruppi avevano il compito di sviluppare un codice di settore per la progettazione responsabile di prodotti e giochi. L’impegno del settore in questo lavoro finora comprende: una velocità di centrifuga minima di 2,5 secondi su tutte le slot; rimozione delle funzionalità di gioco che possono incoraggiare il gioco intensivo come battute improvvise e pulsanti turbo; rimozione di slot a schermo diviso che sono state associate a una potenziale perdita di controllo; un piano di lavoro più dettagliato che includerà la messaggistica in-game e la creazione di un laboratorio di test del Consiglio di scommesse e giochi per esaminare altre funzionalità del gioco; pubblicazione del codice finale nel settembre 2020.

La risposta della Commissione sul gioco d’azzardo

L’opinione della Commissione sul gioco d’azzardo è che, sebbene siano stati compiuti alcuni progressi, questo lavoro deve ora andare oltre e più velocemente, in particolare riguardo all’utilizzo di dati demografici e comportamenti per indicare il rischio. La Commissione per il gioco d’azzardo si consulterà ora sulle aree prioritarie per un’azione immediata il più presto possibile.

Brigid Simmonds, presidente del nuovo ente per le norme del Consiglio di scommesse e gioco, ha dichiarato: “Sono lieto del duro lavoro dei nostri membri e del costante impegno nel realizzare progressi sostanziali sulle tre sfide più sicure nel gioco d’azzardo stabilite dalla Commissione sui giochi d’azzardo per i clienti di alto valore, la pubblicità e design del gioco. I progressi segnalati oggi, tra cui la limitazione ai minori di 25 anni dalla qualificazione per account cliente di alto valore; regole pubblicitarie e giochi rafforzati con velocità più basse e la rimozione di alcune funzionalità arriva nonostante le difficili circostanze operative durante la crisi COVID-19. Queste misure, insieme al nostro piano d’azione di 10 impegni recentemente annunciato per il gioco d’azzardo più sicuro COVID-19 e i nostri 22 impegni di gioco d’azzardo più sicuri, trasformeranno e miglioreranno significativamente l’ambiente per i nostri clienti e il grande pubblico. Concordiamo con la Commissione sul gioco d’azzardo che c’è ancora molto lavoro da fare e risponderemo alla sfida in corso”.

L’aggiornamento di oggi coincide con la pubblicazione del piano aziendale 2020/21 della Gambling Commission che include l’impegno a portare avanti queste aree di lavoro nei requisiti normativi per l’intero settore.