azzardo

Sono 22 i giochi da tavolo che compongono il kit destinato agli esercenti di locali (bar, ristoranti e alberghi o esercizi assimilabili), che si impegnano a dismettere e/o non installare slot machine elettroniche, agli istituti scolastici e agli enti e associazioni con sede a Udine. È stato pubblicato il secondo avviso pubblico del Progetto The Smart Play – La mossa giusta, avviato dal Comune di Udine per far dismettere le macchinette per il gioco d’azzardo e per promuovere una cultura del gioco positiva.

Nei giorni scorsi il progetto è stato promosso in occasione di Friuli Doc: sul piazzale del Castello centinaia di persone hanno scoperto il piacere di stare insieme divertendosi con i giochi da tavolo. L’idea che dà vita al progetto, risultato vincitore dell’apposito bando promosso dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, è il riconoscimento del gioco sano quale bene relazionale capace di fungere da anticorpo al gioco d’azzardo patologico.

Gli obiettivi principali del progetto sono: la riduzione dell’offerta di gioco d’azzardo, attraverso la diminuzione della presenza di apparecchi per il gioco lecito e la diminuzione dei luoghi che offrono la possibilità di giocare, e la promozione di una cultura del gioco positivo, attraverso l’incremento dell’offerta di giochi intelligenti e di luoghi che ne dispongono.

Il progetto è gestito direttamente dal Comune di Udine, che svolge funzioni di coordinamento e organizzazione delle attività, con la collaborazione di vari servizi, enti e associazioni operanti sul territorio e a livello nazionale, che hanno condiviso il progetto già nella fase di elaborazione e che sono i seguenti: AIi per Giocare (Associazione Italiana dei Ludobus e delle Ludoteche), Dipartimento delle Dipendenze dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, Federsanità ANCI FVG, Rete di Ambito n. 8 – FVG (Scuole Statali di Udine), Confcommercio Udine, Legacoop FVG (Lega delle Cooperative del Friuli Venezia Giulia), Archivio Italiano dei Giochi, Progetto O.M.S. “Città Sane” – Comune di Udine, Associazione ludico culturale Coccinelle Rosa, Mathesis sez. di Udine (Società Italiana di Scienze Matematiche e Fisiche), Istituto Salesiano G. Bearzi, coop. Arteventi, Libera. L’adesione al progetto è aperta anche ad altri partner che ne condividono le finalità.

Sono già dieci i locali cittadini che hanno aderito all’iniziativa con il primo bando e che offrono alla clientela la possibilità di disporre di 22 giochi da tavolo appositamente selezionati.

Gli interessati hanno tempo fino al 21 settembre per aderire al progetto, compilando l’apposito modulo reperibile su sito internet del Comune di Udine www.comune.udine.gov.it

Commenta su Facebook