I trader possono visualizzare le tendenze dei prezzi utilizzando diversi metodi. Le trendline, o linee di tendenza, sono in assoluto uno degli strumenti più utilizzati.

Le trendline, in italiano linee di tendenza, sono delle linee rette che uniscono dei livelli di prezzo significativi al fine di indicare al trader la direzione dell’andamento dei prezzi. Leggendo un grafico dei prezzi sono tipicamente viste da sinistra a destra e possono essere orizzontali o diagonali.

Le trendline vengono soprattutto utilizzate per determinare visivamente i livelli di supporto e resistenza dei prezzi – scopri subito come trovare una rottura trading – e la tendenza, che può essere al rialzo, al ribasso o piatta. A seconda del punto in cui iniziano e finiscono i grafici e dello specifico time frame utilizzato, le trendline possono essere adattate alle esigenze di ogni singolo trader. Le linee di tendenza servono come indicazione visiva.

In questo articolo vedremo nel dettaglio come tracciarle e come utilizzarle nel trading online.

Come tracciare le trendline?

Su un grafico dei prezzi, le trendline sono tipicamente tracciate utilizzando grafici a candela o a barre.

Unendo i minimi su di un grafico dei prezzi, è possibile creare una trendline per una tendenza al rialzo. In caso di tendenza al ribasso, è invece possibile creare una trendline unendo i massimi.

La maggior parte dei programmi grafici consente ai trader di disegnare manualmente le trendline, in genere sotto gli strumenti di disegno. Alcuni strumenti grafici possono anche offrire trendline tracciate automaticamente. È preferibile tracciarle manualmente, a meno che non si capisca il motivo per cui è stata scelta una serie specifica di punti di tracciamento.

Come usare le trendline?

Le linee di tendenza servono a rappresentare il movimento dei prezzi, proprio come qualsiasi altro strumento di analisi tecnica. Mostrano la direzione del trend storico e i potenziali livelli di supporto e resistenza per aiutare i trader a prevedere la direzione del prezzo di un determinato asset.

Possono essere utilizzate e adattate al proprio timeframe di trading. In altre parole, un asset può presentare diversi pattern lungo molte trendline. Una determinata criptovaluta, ad esempio, può essere in trend rialzista su un time frame di 30 minuti, ma in trend ribassista su un time frame di 10 minuti. Quando si utilizzano le trendline, occorre innanzitutto decidere quale timeframe avrà la priorità per le operazioni.

La trendline piatta può essere utilizzata come livello di supporto. Le trendline possono dunque essere utilizzate per determinare i punti di ingresso e di uscita appropriati.

La trendline può anche essere utilizzata dai trader per identificare le inversioni di tendenza, come i breakout e i breakdown.

Articolo precedente‘Ndrangheta, confiscati beni per 40 milioni a 3 imprenditori reggini operanti anche nel settore giochi
Articolo successivo“In nome della legalità”, Pedrizzi (già presidente Commissione Finanze Senato): “Giochi, settore gode di reputazione bassissima”