A Teramo la Ruzzo Reti, senza alcuna indicazione da parte dell’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) o da altre organizzazioni o Istituzioni, ha stabilito che, per le categorie in difficoltà per il Covid e ancor più l’ultimo Dpcm verranno prorogati i termini di pagamento delle bollette dell’acqua, che sono state emesse il 21 ottobre scorso, la cui scadenza era prevista per l’11 dicembre prossimo. Quelle bollette non scadranno a dicembre 2020 ma l’11 aprile 2021 e sarà possibile anche ottenere (senza interessi) la rateizzazione del pagamento.

“La difficoltà che la nostra comunità torna a vivere non poteva che far assumere questa decisione alla Ruzzo Reti storicamente radicata sul territorio e storicamente vicina alla popolazione” fanno sapere i vertici.

Le attività che possono chiedere la proroga dei termini di pagamento sono elencate nel modulo di richiesta e sono comunque: palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, sale cinematografiche, sale da ballo e discoteche e locali assimilati, bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie.

Sul sito www.ruzzo.it troverete il modulo di richiesta che comunque è in allegato. Il modulo va compilato e consegnato a mano negli uffici della Ruzzo Reti oppure può essere inviato via mail: [email protected] o all’ indirizzo PEC [email protected]