“Abbiamo pubblicato un libro nel quale si evidenzia il caos normativo che caratterizza il gioco. Basti pensare alle problematiche dei punti di accettazione scommesse. E’ un problema di approccio, anche normativo”.

E’ quanto dichiarato da Lorenzo Sacchetti (Osservatorio internazionale sul gioco) intervenendo alla tavola rotonda “Dalla modernizzazione al proibizionismo: la marcia indietro del gioco pubblico” presso l’Università di Salerno.

“Nel maggio 2018 è stato redatto un report dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio che illustra in modo chiaro la propensione al gioco in Italia e le dimensioni dell’industria. Tuttavia si rileva una tassazione ‘esasperata’, con l’obiettivo di tutelare i giocatori. E’ nel rapporto tra tassazione e costi sociali che si dovrebbe innescare un’attenta riflessione da parte del legislatore”.

Commenta su Facebook