Si è discusso di gioco d’azzardo patologico a Taverna (CZ), nella Chiesa monumentale di San Domenico, nel corso di un’iniziativa promossa dall’Ambulatorio “Samantha Canino” dell’Avis Presila e dall’Istituto comprensivo.

Un videoclip, un brano “rap”, depliant e tanti cartelli realizzati dagli allievi delle scuole medie per mettere in guardia dalla ludopatia. A confrontarsi su una tematica di stringente attualità, attraverso le diverse visioni, letture ed esperienze, sono stati il consigliere regionale Arturo Bova, avvocato e presidente uscente della Commissione contro la ‘ndrangheta del Consiglio regionale, artefice di una normativa specifica inserita all’interno della legislazione contro la criminalità organizzata calabrese; Roberto Veraldi, sociologo e docente all’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara, Roberto Gatto, responsabile Area Dipendenze dell’Associazione “Progetto Sud” di Lamezia Terme e il dirigente scolastico di Taverna, Giuseppe Eburneo.