Nella sua seduta dell’11 giugno 2021, il Consiglio federale ha preso atto del rapporto annuale della Commissione federale delle case da gioco (CFCG) per il 2020. L’anno in esame è stato caratterizzato dal notevole aumento dell’attività dei casinò online. Le entrate così generate hanno compensato parte delle perdite dovute alla regressione dell’attività dei casinò terrestri causata dalla pandemia di Covid-19.

Nel 2020, tre casinò hanno ottenuto dal Consiglio federale nuove estensioni delle loro concessioni per i giochi online, che vanno a sommarsi alle sei del 2019. L’offerta di giochi da casinò online in Svizzera sta quindi crescendo in modo importante.

L’aumento di questa nuova attività comporta anche un obbligo maggiore da parte dei casinò di proteggere il pubblico dai pericoli del gioco. La CFCG è consapevole che la protezione sociale, che le case da gioco sono tenute a garantire, è un elemento centrale della nuova legge sui giochi in denaro, e ha quindi concentrato i suoi controlli su questo settore. Ha continuato allo stesso tempo a bloccare le offerte non autorizzate in Svizzera. In questo contesto, ha preso atto con interesse della decisione del Tribunale amministrativo federale sulla procedura di blocco.

Prodotto lordo dei giochi ed entrate fiscali in calo

Il settore delle case de gioco terrestri non è stato risparmiato dalla pandemia di Covid-19. L’attività commerciale è stata gravemente colpita dalla chiusura dei casinò durante le fasi di confinamento. Nel 2020, il prodotto lordo dei giochi terrestri è stato di 452 milioni di franchi, cioè 290 milioni di franchi in meno rispetto all’anno precedente (- 39,1 %).

Questa diminuzione ha portato a un calo della quantità di tasse versate dalle case da gioco.

Nel 2020 le case da gioco hanno pagato un totale di 198 milioni di franchi di tasse per le loro attività terrestri che rappresenta un calo delle entrate fiscali di 159 milioni di franchi rispetto all’anno precedente (- 44,6 %). Sull’importo versato, 170 milioni di franchi sono stati destinati al fondo di compensazione dell’AVS (- 41,1 % rispetto al 2019) e circa 28 milioni di franchi (- 47,2 % rispetto al 2019) ai Cantoni in cui si trovano case da gioco di tipo B.

Lo svolgimento dei giochi online dei sette casinò in attività ha generato un prodotto lordo dei giochi di 186,8 milioni di franchi, rispetto ai 23,5 milioni di franchi dei quattro casinò operanti nel 2019. La tassa sui giochi online ha generato un importo di 78 milioni di franchi per il fondo di compensazione dell’AVS nel 2020 (rispetto ai 7,5 milioni di franchi del 2019).

In totale, le case da gioco hanno potuto generare nel 2020 entrate fiscali di 248 milioni di franchi a favore del fondo di compensazione dell’AVS. Questo importo è in calo di 64 milioni di franchi rispetto al 2019 (- 20,46 %).