Print Friendly

(Jamma) – Agli avventori era permesso di giocare alle slot machine a qualsiasi orario, in barba alle norme comunali che impongono il rispetto di fasce ben precise della giornata per la pratica del gioco d’azzardo. Così i carabinieri della stazione di Marcon (VE) giovedì mattina hanno posto i sigilli ad un bar dando esecuzione all’ordinanza del sindaco con cui viene disposta per il locale la sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande per tre giorni.

Il provvedimento amministrativo è stato deciso sulla base degli esiti dei controlli effettuati dalla locale stazione dell’Arma, che ha “accertato in più occasioni – si legge in un comunicato diffuso dagli stessi carabinieri – l’inottemperanza al rispetto degli orari di utilizzo delle slot machines, recentemente oggetto di specifico intervento legislativo e di specifico regolamento”. Dalle verifiche è emerso che in almeno 4 occasioni la titolare ha permesso l’uso indiscriminato delle apparecchiature, tanto da far scattare la “recidiva” e quindi l’immediata sospensione dell’attività (inizialmente per tre giorni lavorativi) disposta dal primo cittadino.

Commenta su Facebook