Con un click a distanza accendeva o spegneva le slot machine illegali. Uno stratagemma, quello ideato dal gestore di un bar di Torino, ideato per giocare d’azzardo senza essere scoperti. La Guardia di Finanza ha però smascherato la frode.

I Baschi Verdi hanno effettuato il controllo all’interno del bar, dove il titolare aveva installato quattro slot, illegali e prive di ogni forma di controllo, in una stanza. L’uomo, un 35enne cinese, è stato sanzionato per oltre 90.000 euro e le slot sono state sequestrate.

Commenta su Facebook