Print Friendly

(Jamma) “Il dl Antiriclaggio consegna la possibilità di utilizzare non solo le informazioni conservate da soggetti tenuti agli obblighi di adeguata verifica della clientela, bensì tutti i dati e le notizie acquisiti nell’ambito dei controlli delle ispezioni antiriciclaggio. I dati e le notizie rilevati sono immediatamente trasferibili nei controlli e nelle verifiche fiscali, senza necessità di acquisirli nuovamente: è un processo che consente alla Guardia di Finanza di incrementare ulteriormente il proprio patrimonio informativo e di svolgere controlli sempre più veloci e più mirati
E’ quanto dichiarato dal Generale della Guardia di Finanza, Stefano Screpanti, in occasione dell’audizione alla Commissione parlamentare per la semplificazione. Il decreto che recepisce la direttiva Antiriciclaggio tocca anche il settore dei giochi. Concessionari, distributori ed esercenti dovranno verificare l’identità dei clienti e conservare i dati di ogni singolo “ticket” – lo scontrino di gioco rilasciato dalle macchine – “di importo pari o superiore a 500 euro”.
La stretta arriva anche per il gioco online: gli operatori autorizzati dovranno prepararsi a monitorare “lo stato dei conti di gioco ed in particolare quelli sospesi e quelli sui quali vi siano movimentazioni rilevanti”.

Commenta su Facebook