Print Friendly, PDF & Email

Un centro scommesse abusivo è stato sequestrato dalla guardia di finanza di Barcellona Pozzo di Gotto. L’esercizio commerciale, apparentemente, sembrava essere in regola ma è risultato, poi, privo di ogni licenza autorizzativa e concessione di gioco che gli permettesse di esercitare l’attività.

All’interno della sala vi erano personal computer, stampanti termiche e numerose ricevute di gioco. Quando i finanzieri sono entrati nel locale hanno trovato due minorenni, di cui uno intento a giocare. I giovani sono stati immediatamente fermati mentre al titolare del centro scommesse è stata elevata una multa.

Fondamentale si è rivelata l’analisi tecnica delle postazioni di gioco, svolta anche con l’ausilio tecnico di funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Messina, che ha permesso di rilevare collegamenti diretti a piattaforme di gioco online e la cronologia delle scommesse effettuate, dimostrando così che l’esercente aveva predisposto le apparecchiature, connesse alla rete telematica, per consentire ai clienti di scommettere e giocare su piattaforme di soggetti privi di qualsiasi titolo concessorio.

Tre in tutto le persone denunciate per esercizio abusivo di gioco e scommesse, reato che prevede la pena della reclusione da sei mesi a tre anni. Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative pecuniarie per oltre duecentocinquantamila euro e sottoposto sotto sequestro il centro scommesse e l’apparecchiatura.

Commenta su Facebook