Nell’ambito della costante attività di monitoraggio e controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e repressione degli illeciti di natura economico-finanziaria, i “Baschi Verdi” del Gruppo della Guardia di Finanza di Prato hanno individuato una bisca clandestina operante all’interno di un “pronto moda” nella zona del “Macrolotto”.

I finanzieri, dopo un’attenta attività di osservazione ed appostamento, insospettiti dal continuo andirivieni all’interno dei locali dell’impresa, in inconsueti orari serali, vi hanno fatto improvvisa irruzione, sorprendendo – attorno ad un tavolo perfettamente attrezzato predisposto all’interno di una stanza attigua al laboratorio – diversi cittadini cinesi intenti a giocare a “Mahjong”.

Si tratta di un gioco, in questo caso d’azzardo, importato dall’Oriente e particolarmente diffuso tra le comunità di origine cinese.

La rapidità dell’intervento ha impedito ogni tentativo di camuffare l’attività illecita ed ha consentito la denuncia a piede libero di cinque individui per il reato di partecipazione al gioco d’azzardo.

Sono state inoltre sottoposte a sequestro le somme rinvenute, per un importo di oltre cinquemila euro, oltre alle attrezzature da gioco utilizzate.