L’International Tennis Integrity Agency (ITIA) ha confermato oggi che il tennista algerino Hichem Yasri è stato bandito dallo sport per tre mesi e multato di $ 5000 (pena sospesa a condizione che non ci siano ulteriori violazioni) per aver piazzato scommesse su partite di tennis in violazione delle regole del Tennis Anti-Corruption Program (TACP). Nessuna delle scommesse del giocatore riguardava le partite a cui stava partecipando o su cui aveva informazioni privilegiate.

Il caso è stato trattato nell’ambito del processo accelerato del TACP che consente l’imposizione di una sanzione da parte dell’ITIA nei casi che giustificano una sospensione non superiore a sei mesi e/o un’ammenda fino a 10.000 dollari. Esiste un diritto di ricorso contro la decisione dell’ITIA dinanzi a un consigliere-auditore anticorruzione indipendente. In questo caso, il giocatore ha deciso di non presentare ricorso.

A Yasri, che nella classifica ATP ha raggiunto come migliore posizione la 1864, è ora vietato giocare, allenare o partecipare a qualsiasi evento di tennis autorizzato o sanzionato dagli organi di governo del tennis per tre mesi dal 28 luglio 2021 al 27 ottobre 2021.

La violazione delle regole TACP di cui il giocatore è stato riconosciuto colpevole è: D.1.a. Nessuna persona interessata potrà, direttamente o indirettamente, scommettere sull’esito o su qualsiasi altro aspetto di un evento o di qualsiasi altra competizione di tennis.

L’ITIA è un organismo indipendente istituito dagli organi di governo internazionali del tennis per promuovere, incoraggiare, migliorare e salvaguardare l’integrità del tennis professionistico in tutto il mondo.