scommesse
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – La Guardia di Finanza di Paternò ha sequestrato due centri scommesse, uno a Paternò e uno a Biancavilla, in provincia di Catania. Le fiamme gialle hanno infatti scoperto che i due centri erano abusivi perché raccoglievano scommesse attraverso l’accesso online a siti di allibratori stranieri non autorizzati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

In particolare uno era attivo in un’associazione ricreativa di Paternò dove è stato identificato anche un giocatore intento ad effettuare una scommessa calcistica sul sito illegale. Sono state sequestrate le apparecchiature utilizzate (computer, monitor e stampanti) e ricevute di gioco per un valore di circa mille euro.

L’altro centro scommesse abusivo era attivo in un bar-sala giochi di Biancavilla dove i finanzieri hanno sequestrato una postazione telematica collegata agli allibratori esteri, nonché 30 ricevute di gioco.

I titolari delle due attività sono stati denunciati per esercizio abusivo dell’attività di gioco o di scommessa.
Commenta su Facebook